a Settimo Torinese

mercoledì 12 settembre 2012

Cinque cerchi e una stella

In un libro la vita di Shaul Ladany, campione di marcia sopravvissuto ai campi di sterminio, alla strage olimpica di Monaco e a tre guerre in Palestina. Shaul P.  Ladany, un docente di ingegneria prestato all’atletica, ha fatto parte della squadra israeliana ai Giochi Olimpici di Monaco, sopravvivendo all’attacco di Settembre Nero che il 5 settembre 1972 causò la morte di 11 israeliani, 5 terroristi e 1 poliziotto. All’interno della delegazione Ladany era l’unico reduce da un campo di concentramento, quello di Bergen-Belsen, il lager dove morì Anna Frank.Nato a Belgrado nel 1936, in una famiglia ebrea di origine ungherese, Ladany ha attraversato marciando il XX secolo, come una sorta di Forrest Gump. Ha vissuto il ’68 a New York da studente della Columbia, ha combattuto le Guerre dei sei giorni e di Yom Kippur (pagandosi il biglietto aereo per rientrare in Israele) e ha gareggiato, vincendo, per le vie di Londra. Sulla sua strada ha incrociato la Storia: da Eichmann a Sharon, da Bikila agli All-Blacks, da Nixon alla Thatcher, tutti riuniti dalla marcia di Shaul.

Ladany oggi è professore emerito di ingegneria gestionale alla Ben-Gurion University of Negev (la stessa in cui insegna Amos Oz) con all’attivo 13 libri, oltre un centinaio di pubblicazioni e 8 brevetti registrati. Il Comitato Olimpico Internazionale gli ha conferito la Pierre de Coubertin Medal e il suo nome è stato inserito nell’International Jewish Sports Hall of Fame.

Modera: Paolo Ferrari, giornalista

Sala Levi – Biblioteca Archimede – ore 21.00

buona salute: obiettivo prioritario!

4 aprile 2012 a Settimo Torinese

Medicina oggi

Stare bene, godendoci le nostre giornate in buona salute è forse uno degli obiettivi prioritari della nostra vita, ciò a cui tutti, grandi e piccoli, in qualche modo aspiriamo. Altra importante verità che l’informazione in campo medico è molto importante e può rivelarsi, in alcuni casi, fondamentale. Conoscere i traguardi raggiunti dalla medicina  in campo oncologico  piuttosto che sapere quali sono le misure da mettere in atto per prevenire le malattie può essere non solo un’occasione di crescita culturale, ma anche un modo per ri-orientare la nostra vita in maniera più sana.
Ed è per questo che la biblioteca Archimede ha organizzato una rassegna di incontri che vede protagonisti alcuni medici esperti in varie discipline. Il calendario prenderà il via venerdì 30 marzo con la presenza del dr. Libero Ciuffreda che affronterà il tema delle nuove frontiere in campo oncologico. Gli altri appuntamenti avranno luogo di mercoledì e tratteranno temi importanti e ampiamente dibattuti in campo medico. Si parte dal tema del tumore al seno nella giornata del 4 aprile  per proseguire con il tema della prevenzione il 18 aprile,  il rapporto tra cibo e malattia il 9 maggio, il funzionamento degli ormoni il 23 maggio, per concludere il 6 giugno con l’argomento della malattia psichiatrica. Tutti gli incontri si terranno in sala Levi alle 18.30.

Sala Levi – Biblioteca Archimede – ore 18.30