Addio Maradona!

Un lutto enorme per chi ama il calcio. Una sensazione amarissima per la scomparsa di un uomo del suo tempo, umanissimo, ma irregolare. Aveva da poco compiuto sessant’anni. La notizia da poco comparsa sui giornali di tutto il mondo mi ha colpito moltissimo perché il calcio é una mia passione che resiste a tutte le brutture che negli ultimi anni sono cadute addosso a questo mondo sportivo. Negli ultimi tempi non si può andare neanche allo stadio a causa del Coronavirus, occorre accontentarsi del surrogato televisivo.

Addio Diego!

Ritorno di memoria .22

Fumare, non è stato interessante per me nei primi trent’anni di vita. Poi venne l’amore impossibile, la relazione negata, il senso di frustrazione dell’amare unilaterale. Provai allora a calmarmi, a curare la “malattia” fumando. Cominciai con la pipa credendo che fumarla facesse meno danni. Errato.

Poi vennero le norme antifumo negli ambienti di lavoro e passai alle sigarette che, allora, si potevano fumare nei corridoi fuori dall’ufficio o alla “macchinetta del caffè”. Andai avanti qualche anno finché non nacque Giulia la mia secondogenita, in suo onore smisi di fumare; non volevo che sentisse l’odore della nicotina sulle mie mani e nel mio alito.

Mi concedevo qualche sporadico “tiro” ogni tanto, dopo una bella cena con gli amici. Non molti anni fa prendendo un caffè in un bar vidi un pacchetto di sigarette intonso sul bancone, qualcuno lo aveva abbandonato. Lo presi e ricominciai a fumare per un paio d’anni. Poi i primi sintomi di bronchite e respiro corto mi indussero a smettere definitivamente.

L’ho pagato caro il “vizio” quando a marzo fui colpito dal Covid19 oltre al sovrappeso si aggiunse un enfisema polmonare silente che agevolò di molto il lavoro del virus.

“Immagina una droga che causi la morte prematura di una persona su due che ne fanno uso, che costi nell’arco della vita circa 80.000 Euro, che renda insicuri, annoiati e tesi abbia un sapore disgustoso, sgretoli l’autostima, impedisca di concentrarsi e non offra il ben che minimo vantaggio.

Riesci a credere che ci sia stato un momento in cui più del 80% della popolazione adulta occidentale era dipendente da questa droga? Riesci ad immaginare te stesso diventare un fumatore accanito, lo sei già perché la droga si cui parlo è la nicotina.”[1]

Spero di convertire qualcuno degli eventuali lettori fumatori alla free smoke life.


[1] Allen Carr – Il piccolo libro per smettere di fumare. EWT Srl, Milano.