Ritorno di memoria .3

L'immagine può contenere: il seguente testo "WEAR A MASK"

La regione Piemonte è classificata ad “alto rischio con probabilità alta di progressione” e la probabilità di raggiungere soglie di occupazione posti letto gravi è altissima (tra le più alte d’Italia): siamo oltre il 50% I nuovi focolai attivi sono raddoppiati rispetto alla settimana precedente, così come quelli di cui non conosciamo neppure le catene di trasmissione. Con il nuovo lockdown il Piemonte è nuovamente “zona rossa”. La prima chiusura me la sono persa perché ero nel mondo dei sogni, intubato e poi in terapia intensiva all’Ospedale di Rivoli. La seconda la sto vivendo a casa.

Sono ancora troppi quelli che vanno in giro senza mascherina o indossata a mezz’asta. Durante il primo giorno di zona rossa ne ho visto ben tre, non credo che avessero con se l’autocertificazione come me. Cari signori sappiate che non ho nessuna intenzione di riprendermi il covid19 perché probabilmente soccomberei. Nel qual caso vi lancio fin d’ora una maledizione Indiana.

Secondo giorno di zona rossa a Collegno. Oggi giorno di mercato le persone che ho incontrato, durante la mia passeggiata per comprare i giornali, erano discretamente numerose. Diciamo una cinquantina. Sei senza mascherina, cinque con la mascherina sotto il naso, due runners che non parevano correre sotto casa loro e regolarmente senza mascherina. La ciliegina, un gentile signore, vedendomi camminare lentamente con i miei bastoni canadesi, mi ha offerto aiuto, peccato che stesse fumando e naturalmente senza mascherina…