COLLEGNO PER VENDOLA

DA COLLEGNO APPELLO PER VENDOLA PRESIDENTE 

La candidatura di Nichi Vendola rappresenta un momento di speranza e un fattore di cambiamento reale per la politica italiana. Era forte il rischio che queste primarie fossero solo una vicenda tutta interna ad un unico partito, nella quale venivano cancellati i contenuti che riguardano il futuro del Paese, dei lavoratori, dei precari, dei giovani. 

Nichi Vendola offre un’altra strada possibile, quella della vera e profonda discontinuità, di una sinistra che torna a parlare di diritto al reddito, di uguaglianza e giustizia sociale, di diritti civili, di ambiente, di cultura, di innovazione, di etica pubblica. Sapendo che da qui occorre ricominciare per rispondere alla crisi economica e sociale che attraversa l’Italia e l’Europa. 

NOI auspichiamo che la democrazia riesca a rimettersi in moto con le tante modalità aggregative che i cittadini hanno dimostrato di saper costruire. Insieme speriamo e vogliamo che la politica si rigeneri attraverso il ragionamento e la costruzione e non con la demagogia della demolizione del vecchio a favore di un nuovo che non esiste, ma che anzi si pone in assoluta continuità con le politiche liberiste di Berlusconi prima e di Monti poi. 

È necessario che le comunità, ANCHE NELLA NOSTRA COLLEGNO, tornino a crescere insieme alle sue istituzioni e che riescano a recuperare un senso della complessità che permetta di interpretare la realtà e di affrontare i difficili problemi dell’oggi, in un clima sereno che anni di sciatteria e malaffare hanno distrutto. 

NOI crediamo che il grande scontro oggi non sia fra culture di popoli diversi, o tra l’economia e la politica, ma tra l’economia liberista e la democrazia, che significa trasparenza e consapevolezza, coscienza e libertà. Vogliamo un futuro nel quale economia ed ecologia tornino ad incontrarsi in una casa comune, nella stessa imprescindibile prospettiva necessaria per riprogettare il presente e il futuro di questo paese. 

Come ha detto Don Gallo durante le primarie di Genova, parafrasando una più celebre frase di J.F. Kennedy, “Non chiedetevi cosa può fare l’Italia per voi, ma cosa potete fare voi per l’Italia”. 

NOI possiamo fare che Nichi Vendola diventi Presidente.

***

Noi, io possiamo fare che si ritorni ad essere responsabili delle proprie azioni, che si ritorni a rischiare per ottenere e non a rischiare per avere una rendita. Occorre riprendere le redini dell’economia vera, quella che costruisce cose utili e non superflue, quella che recupera e non butta, quella che produce energia pulita e non termovalorizza. Insomma noi, io vogliamo essere tradizionalisti e progressisti perché, non con il ritorno al passato, ma con l’uso del passato migliore possiamo costruire il futuro, cioè un’Italia Migliore! Con Nichi Vendola Presidente!

Giacomo Nigro – Collegno

mini dibattito ovvero non si vive di solo sky

“La riforma del lavoro Fornero è in continuità con l’idea di Berlusconi per cui tutto ha un prezzo e niente ha un valore. Il lavoro è un diritto e solo il pieno esercizio di questo diritto, solo il lavoro stabile e competente ci rende competitivi nel mondo”.

Nichi Vendola

“Cosa si può aggiungere? Una volta ottenuto il lavoro, entra in gioco il dovere di lavorare! Mai dimenticarlo!”

Micchio Nigro

Quella di oggi è una serata importante per chi si adopera con passione e impegno perché Nichi Vendola possa vincere le primarie del centrosinistra del prossimo 25 Novembre. Alle 20.30, in diretta su Sky Tg24, canali 100 e 500, in diretta streaming su Sky.it e in chiaro su Cielo, canale 26 del digitale terrestre, ci sarà il confronto tra i cinque candidati alle primarie del centrosinistra. Seguitelo, insieme a me!

Il confronto – Primarie Centrosinistra:

Bruno Tabacci, Laura Puppato, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Pier Luigi Bersani rispondono alle domande del conduttore Gianluca Semprini nel dibattito tra i candidati alle primarie del centrosinistra.

Leggere l’Opera 2012/2013 al Regio di Torino

Lo smemorato, vi segnala un aiuto a gustare le rappresentazioni operistiche in cartellone al Teatro Regio di Torino, attraverso l’iniziativa “Leggere L’Opera” che potete trovare sul sito http://www.cralcrt.com/nella sezione Biblioteca. In particolare le proposte di lettura dedicate alla Carmen di Georges Bizet, in scena dal 13 al 25 Novembre 2012. E’ ormai una consuetudine consolidata, per il Circolo dei dipendenti Unicredit di Torino, proporre a tutti i soci l’opportunità di prenotare presso la segreteria gli abbonamenti alla stagione del Teatro Regio, una delle istituzioni culturali e artistiche cittadine di maggior rilievo. Per il secondo anno consecutivo gli abbonati e tutti gli interessati possono godere delle schede dedicate alle opere in cartellone. Le schede comprendono informazioni sul libretto e sulla trama, oltre ad offrire curiosità relative a ogni opera rubricate alla voce “spigolature”. A questo si aggiunge una bibliografia di massima sulle opere e sugli autori, preparata attingendo al patrimonio librario posseduto dal Circolo. Accanto ai dizionari e ai saggi sono indicati anche libri curiosi, romanzi, ecc., che in vario modo possono offrire uno sfondo più vivo alle singole opere. In alcuni casi il lettore potrà trovare le indicazioni necessarie a rintracciare i volumi presso le  altre biblioteche piemontesi.